Hard Trolling, Minacce & Cotillons

 

Premessa: nonostante abbia smesso di scrivere per il blog, da lui co-fondato, Stefano continua apprezzabilmente a promuoverlo su Twitter, compatibilmente ai numerosissimi impegni lavorativi e prestandosi, se serve, al dibattito anche acceso. Ebbene ci giunge notizia che l’hard-trolling inspiegabile e denigratorio a nostro danno, inaugurato da quell’ambiguo e sfuggente Andrea Gabbana già disinnescato in un precedente post, è ripartito da più fronti e con virulenza inaudita!

Anche in questo caso si tratta di account nati espressamente per darci addosso, con nomi e foto fittizi e un numero ridicolo tra follower e following: eppure i troll saremmo noi di moneyformoths, come recita l’accusa martellante dei vari Mister X.

Il primo a farsi vivo è tal Renzo Grassi detto Bossamba, vecchia conoscenza che a intervalli regolari fa tabula rasa dei propri tweet, sempre tuttavia diretti a noi (e a un occasionale Matteo Renzi, il cui babbo, fa notare Renzo a un tizio che non gliel’ha chiesto, sarebbe massone).

 

 

Attento a DiDiMiadv, è un noto troll anti-Luttazzi che importuna i suoi fan con illazioni e balle varie. A differenza di Renzo Grassi (che a dispetto del nome non è un uomo, ma uno scorcio con due anziani), il quale si intromette in discussioni altrui spammando (il suo?) anti-diffamazione.blogspot.it , come del resto fa ognuna di queste evanescenti presenze.
Non sfugge al cliché il suo compagno di squadraccia, tal Frankie Low Energy, redivivo Alberto Sordi:

 

 

Non hai scampo, minaccia addirittura il nostro!

4 tweet, uno per ogni follower, e sempre immancabilmente a danno dei Vs. affezionati! Fatta eccezione per un pizzicotto alla giornalista Guia Soncini, alla sua età ancora zitella: il giorno prima, Guia aveva definito Luttazzi “comico senza repertorio”.

Chi sono queste persone? Perché si organizzano per attaccarci? Sono loro gli autori del famigerato blog antidiffamazione, spammato ovunque, instancabilmente, ossessivamente, su twitter come su youtube come nelle sezioni commenti di qualsiasi articolo che citi Luttazzi anche di sfuggita? Blog che, vale la pena di ricordarlo, Luttazzi non ha mai riconosciuto come valido?

 

 

PS: Ovviamente saremmo lietissimi di avere Frankie e Renzo tra noi per un confronto civile e argomentato. Non siamo troll, checché ne dicano i signori, siamo anzi affamati di confronto e belle idee. A bientot!

Annunci

  1. kriminaltango

    Attaccate Luttazzi e vi stupite se i suoi fan lo difendono? Quel blog fra l’altro smentisce tutte le falsità dette contro Luttazzi durante il noto killeraggio. Contiene argomenti contro cui non sapete replicare e allora spammate i suoi fan contenuti contro Luttazzi. Lo fate voi per primi, lo sapete bene che Bossamba & co. vi stanno solo alle calcagna. Non fate gli agnellini innocenti, furboni.

    • Ooooh, finalmente un detrattore che venga a dialogare! Sospettiamo che il comune equivoco per cui Moneyformoths sarebbe un sito CONTRO Luttazzi (che tu purtroppo alimenti) derivi più che altro dall’orientamento, legittimo, di chi commenta. Ben vengano, dunque, le voci pro, che come vedi non cassiamo. Ma ribadiamo che Moneyformoths non è contro Luttazzi: è, piuttosto, post-Luttazzi. Stemperiamo le posizioni dei manichei (“è un genio, non ha sbagliato nulla”; “il suo valore artistico è nullo”) talvolta nella critica circoscritta, più spesso nello scherzo/allusione demistificante e riconciliante, o nel discorso artistico “a partire da”. (Hai letto del libro? Quella è la summa dei nostri sforzi in tal senso. Speriamo che a febbraio vorrai scaricarlo e dirci la tua.)
      Non siamo mossi dal livore dei Savonarola, ma dalla leggerezza morbida e gentile di chi vede nel Caso Plagi (solo?) un bell’argomento, pieno di potenzialità inesplorate. Nel nostro mondo, Luttazzi ride con noi, purgato e tranquillo; mangia torta alle noci con Chutzpa; gioca a bocce con Sante; porge un girasole a Crestodina, facendola arrossire.

      Luttazzi va rimesso drasticamente in prospettiva E riammesso nel dibattito. Una cosa non esclude l’altra. Moneyformoths è il buffetto complice con cui gli viene strappata una mostrina, ma non la divisa. Adesso è caporale. Farà un ottimo lavoro.

      Riguardo a quel che scrivi:

      – Non sono fan che difendono, ma profili fittizi nati esclusivamente per attaccarci, con frasi fisse, meccaniche e intercambiabili, senza neppure preoccuparsi di fingere una personalità. E danno a noi dei troll!
      – Molto probabile che dietro ci sia un’unica persona. Stesse formule, stessa sintassi. Probabile che questa persona sia anche l’autore di Antidiffamazione, il blog che quest’esercito spamma OVUNQUE, capillarmente, con una dedizione TITANICA al cui confronto la nostra, credimi, impallidisce. Al punto che nell’immaginario collettivo quel blog è assurto a difesa ufficiale di Luttazzi, malgrado Luttazzi non l’abbia mai riconosciuto come valido, e avesse invece dedicato all’uopo danieleluttazzi.blogspot.it. Chi c’è dietro? A te non pare il caso di porsi il problema?
      – Due principali scuole di pensiero a riguardo: a) E’ Luttazzi, in un ennesimo, patetico tentativo di vuotare l’oceano del dissenso col ditale della disinformazione porta-a-porta, Dio che pena, Dio com’è caduto in basso. b) La nostra, e cioè: Luttazzi non è un coglione. Mettesse su un blog anonimo (ma perché? Non ha più neanche il coraggio delle proprie azioni?), rinuncerebbe almeno al suo peculiarissimo stile di scrittura, che invece in Antidiffamazione è ben riconoscibile. Ma quindi? E già che ci siamo: è veramente un blog difensivo? Apparentemente sì. Eppure…

      E qui per ora ci fermiamo. Completeremo l’indagine nel prossimo post, intitolato I PARODISTI. Continua a seguirci!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: