LUTTAZZI E WIKIPEDIA

Il caso di Philip Roth ha riaperto il dibattito che già il caso Daniele Luttazzi aveva animato il web.
Il funzionamento di Wikipedia è noto a tutti, non è questa la sede per analizzarne gli aspetti più controversi; tutti inoltre ricorderete il caso Luttazzi-Wikipedia con i tentativi da parte di anonimi di falsare la sua biografia.
Bene, la domanda posta al centro del dibattito è semplice nella forma quanto complessa nel contenuto: All’interno di un sistema come quello di Wikipedia, un autore (o un personaggio pubblico in genere) che interviene nella scrittura della sua biografia è da considerarsi “una fonte credibile”?
Se da un lato può fornire informazioni di prima mano da diretto interessato, dall’altro può alterare dati ed eventi volgendoli a suo favore.

Se in Italia ancora si discute del caso Luttazzi in America Philip Roth ha riacceso il dibattito dopo una vicenda che ha coinvolto lui e la sua “voce” all’interno di Wikipedia.

Qui potete leggere la lettere di Roth pubblicata dal The New Yorker, a seguire invece l’articolo del Corriere della Sera.

 

Philip Roth contro Wikipedia :
«Errori che non correggono»

L’enciclopedia non accetta la correzione dello scrittore
Ma dopo l’attacco si dà per vinta

 

Lo scrittore Philip RothLo scrittore Philip Roth

Philip Roth ha contestato la voce dedicata da Wikipedia al suo romanzo «La Macchia Umana» e soprattutto al fatto che quando lui ha cercato di correggerla si è sentito rispondere picche dagli amministratori del sito. Roth ha quindi scritto una lettera aperta al New Yorker trasformando l’attacco a Wikipedia in un lungo monologo sul processo attraverso cui si costruisce l’immaginazione degli scrittori.

«FONTE NON CREDIBILE» – «Cara Wikipedia, sono Philip Roth. Di recente ho letto la un grave errore che avrei voluto veder corretto: un errore entrato in Wikipedia non dal mondo della verità ma dal bla bla del pettegolezzo letterario. E che non ha alcun fondo di verità», ha scritto il romanziere sul New Yorker. L’autore ha poi raccontato di aver chiesto la correzione «attraverso un interlocutore ufficiale» all’enciclopedia fondata da Jimmy Wales, ma di essersi sentito rispondere che «io, Roth, non ero una fonte credibile».

FALSO – Nodo del contendere, l’illazione di Wikipedia che il personaggio centrale della «Macchia Umana», il professore accusato di razzismo Coleman Silk, sia stato ispirato dalla vita dello scrittore Anatole Broyard. «Nulla di più falso», secondo Roth che invece spiega come il romanzo tragga origine da un «evento infelice» nella vita del suo defunto amico Malvin Tumin, sociologo a Princeton per circa trent’anni. Tumin, come Silk, usò nei confronti di due studenti di colore che non si erano mai presentati a lezione una parola a doppio senso: “spooks” che significa “fantasma ma anche un peggiorativo per neri”. Ne era seguita un’inchiesta accademica durata anni da cui il professore di Princeton era uscito assolto ma psicologicamente con le ossa rotte. Ma – scrive Roth – la scrittura di un romanzo «è per il romanziere un gioco di immaginazione. Come quasi tutti gli scrittori che conosco io sapevo di avere quello che Henry James chiamò una volta «il germe», nel mio caso i guai di Tumin a Princeton. Dà lì sono andato avanti a inventare la sua amante Faunia Farley; Les Farley; Coleman Silk; le origini della famiglia di Silk; i suoi colleghi amici e ostili, la moglie, la sorella insegnante e così via, altri cinquemila frammenti biografici che messi assieme creano il personaggio immaginario al centro di un romanzo».

LA CORREZIONE DI WIKIPEDIA – Una lunga e puntigliosa lezione del pluripremiato, oltre che Premio Pulitzer, scrittore che non sarà una «fonte attendibile», secondo l’enciclopedia online. Ma che dopo la pubblicazione del suo cahier de doleance sul New Yorker, ha ottenuto il risultato desiderato. Su Wikipedia (inglese), secondo prassi, ora appare la versione considerata errata e quella di Roth: Alla voce «La macchina Umana», paragrafo Inspiration. Con la fonte (credibile): «Una lettera aperta a Wikipedia» e cioè la lettera scritta dallo scrittore al New Yorker in data 7 settembre 2012.

Redazione Online7 settembre 2012 | 22:37© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

 

Annunci

  1. SeymourStein

    pagina di discussione sulla voce Daniele Luttazzi, topic ‘dubbio di enciclopedicità’:
    “Chi stabilisce quando la voce è equilibrata? I warning di wiki su ogni voce che riguarda Luttazzi sono assurdi e molto berlusconiani. SanteP”
    ….. LOL.

    • gerogerigegege

      Meno tristemente significativo ma altrettanto divertente:
      “La voce Accuse di plagio è squilibrata. Sembra la requisitoria di un pm! Dà per scontato il plagio che invece è materia tecnica e tutta da dimostrare. Elencare le reazioni della stampa non è del resto una prova del plagio, semmai mostra l’entità della diffamazione subita da Luttazzi. Per completezza occorrerebbe riportare le repliche di Luttazzi che mi sembrano molto circostanziate. Per me è evidente che Luttazzi non ha nascosto quelle battute – le ha esibite perchè i fan le trovassero. Infatti è facile trovarle. La voce va resa neutrale: così è contro Luttazzi. Non credo sia questo lo scopo di Wikipedia. ALE”

  2. dottord

    Fa sorridere che la voce di Wikipedia su Luttazzi contenga una potenziale balla già nella seconda frase: “Il suo pseudonimo è un omaggio al musicista e attore Lelio Luttazzi”.

    Anni fa, a inizio carriera, il nostro eroe aveva raccontato una storia del tutto diversa sull’origine del suo pseudonimo. Diceva che dovendosi iscrivere al concorso per comici “Zanzara d’oro”, ma essendo arrivato ad iscrizioni ormai concluse, aveva fornito false generalità per prendere il posto di un Luttazzi che non si era presentato. Poiché quel cognome gli aveva portato fortuna, se l’era tenuto.

    Anche la leggenda per cui il Nostro si sarebbe rifiutato di discutere la tesi in segno di protesta nei confronti delle baronie universitarie, leggenda diligentemente riportata come vera dalla pagina di Wikipedia, è considerata dai più come una bella bufalotta da latte.

    • gerogerigegege

      Sapevo della prima (innocua, trascurabile. Per quanto ne sappiamo, potrebbe aver inventato l’aneddoto “Zanzara d’oro” per pepare un’intervista. E’ lecito: non sostiene/cela una scorrettezza); ma che elementi hai per confutare la tesi di laurea non discussa?

      • dottord

        Io nessuno, riporto l’opinione corrente. Per quel che può valere l’intervento di un anonimo, ricordo (ma, ahimé, non riesco più a trovare) il commento di un utente che sosteneva di conoscere Luttazzi di persona, e smentiva nel modo più categorico la storia della tesi non discussa.

        Quanto allo pseudonimo, secondo me le due versioni in lizza (l’omaggio a Lelio e le false generalità) sono entrambe false. Io credo che abbia scelto il cognome Luttazzi perché suona bene.

  3. dottord

    OT, ma neanche tanto. Tra mille battute erroneamente attribuite a Luttazzi, c’è almeno un caso nel quale sembra che sia successo il contrario: pare che la frase “Chi dice di combattere la dittatura dall’interno è già complice”, spesso riportata come una citazione del presidente cileno Salvador Allende, in realtà sia presa dallo spettacolo luttazziano “Adenoidi” (almeno secondo questa pagina: http://www.aforismario.it/citazioni-errate.htm )

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: