Wu Ming 1 sul caso Luttazzi (2010)

Un posizione decisa di Wu Ming 1 nella sezione “Quel che pensiamo del caso Luttazzi” pubblicata su GIAP nel giugno del 2010:

Forse non siamo ancora riusciti a farci capire quando facciamo quell’osservazione sulla malafede, e anche sull’altra ipotesi che tutti continuano a ripeterci essere improbabile, cioè la questione di Luttazzi che “si è fatto trascinare”.
Ecco, quest’ultima cosa, anche qualora vera, non assolverebbe Luttazzi e soprattutto non esclude la malafede.
Provo a fare un esempio.
Nel gennaio 2004, ascoltando l’audio di uno speciale di Luttazzi andato in onda via satellite, mi accorsi che un passaggio del monologo era preso di pacca da uno spettacolo di Carlin. Non era una semplice battuta, ma una “routine”, la descrizione di una situazione paradossale.
Scrissi a Luttazzi chiedendogli lumi. Lui mi rispose che la sua era una variazione, che aveva “migliorato” la routine di Carlin inserendovi una battuta nuova che la rafforzava.
Lì per lì lasciai perdere, e non feci caso a un dettaglio importante. Me lo ha fatto notare l’altro giorno una che si firmava “Lola”, su Lipperatura: la battuta nuova che Luttazzi sosteneva di aver inserito… c’era già nel monologo originale! Sputata identica.
Ora, lasciate perdere il fatto che io all’epoca non me ne sia reso conto. Disattenzione mia, che prima di scrivere a Luttazzi non mi ero riascoltato il brano di Carlin. Il punto è un altro: Luttazzi stava rispondendo a uno che il monologo di Carlin lo conosceva. Avrei potuto sgamarlo lì per lì, rispondergli: “Ma che cazzo dici? La battuta non l’hai aggiunta, c’era già!”
Perché mi rispose così, con una spiegazione non solo implausibile ma che culminava in una svista grossolana?
Io ci sto pensando sopra da due giorni.
Azzardo una spiegazione duplice:
1) non si ricordava già più cos’era suo e cosa di Carlin, perché ormai totalmente immerso in una vasca di “prestiti” e “citazioni”;
2) nella mail c’era una lapsus rivelatore: semi-consciamente, già allora Luttazzi voleva farsi beccare. Forse una parte di lui voleva da tempo farsi sgamare, per porre fine allo stressante teatrino, mentre un’altra parte faceva resistenza e teneva in piedi la baracca; la prima inseriva indizi nelle spiegazioni assurde fornite dalla seconda. Se nel 2004 accadeva di rado, con gli anni e il precipitare della situazione è accaduto sempre più spesso, fino al patatrac.
La malafede non è per niente semplice. E’ qualcosa di complesso, si forma ed esprime come risultante di tante spinte anche contraddittorie. Interrogarsi su quali siano non significa giustificarla. Non sto dicendo che Luttazzi era incapace di intendere e di volere. Sto ragionando da scrittore che cerca di indagare le pulsioni dell’animo di un uomo.

fonte

POST SCRIPTUM: Quale sia la routine in questione ce lo dice lo stesso Wu Ming 1 in un intervento precedente:

Qualche anno fa (2004) notai una sua ri-contestualizzazione all’Italia di un’immagine già usata da George Carlin. Luttazzi mi rispose (e credo di non fargli torto riportando la sua mail, dato che lo faccio per precisare e difendere una parte del suo metodo):
“Ho conosciuto personalmente George Carlin otto anni fa a New York. Stavo scrivendo la prefazione al libro di Lenny Bruce per la Bompiani e Carlin era stato un suo giovane allievo. Come speravo, è stato prodigo di informazioni. Mi sono documentato anche sul materiale di Carlin: lo trovo ingegnoso, ma troppo buffonesco. E’ come se alle sue battute mancasse sempre qualcosa. E’ quello che ho fatto col paragrafo in cui lui descrive come disfarsi dei criminali. Preso così, non mi fa ridere. Ci aggiungo di mio lo scopo di risanare il disavanzo pubblico ed ecco che la sua battuta monca (secondo me, ovviamente) diventa completa e mi fa ridere. E’ una variazione sul tema: lui è Bach, io Goldberg.”

(la variazione di Luttazzi è inclusa nel libro “Luttazzi Satyricon”, Mondadori, 2001. Pgg. 107-108)

Ma la routine di Carlin, come WM1 avrà modo di notare, contiene già l’accenno al risanamento del disavanzo pubblico. Vedi grassetto:

What we really need is year-round capital punishment on TV every night with sponsors. Gotta have sponsors. I’m sure as long as we’re killing people Marlboro Cigarettes and Dow Chemical would be proud to participate! Proud to participate! Balance the stupid fucking budget!! […] Not only- not only do I recommend crucifixions, I’d be in favor of bringing back beheadings!! Huh? Beheadings on TV, slow-motion, instant replay? And maybe you could let the heads roll down a little hill. And fall into one of five numbered holes. Let the people at home gamble on which hole the head is going to fall into. […] You want something a little more delicate, we’ll do the beheadings with an olive fork. That would be nice. And it would take a good God damn long time. There’s a lot of good things we could be doing. […] Boiling people in oil. Sponsor: Crisco! […] Here’s something really nice you could do. You shoot a guy out of a high-speed catapult… right into a brick wall!! Trouble is, it would be over too quick. No good for TV, you know? You’d have to do a whole bunch of guys right in a row. Rapid-fire capital punishment. Fifteen catapults, while you’re shooting off one, you’re loading up the others. ‘Course every now and then you would have to stop to clean off the wall. Cleanliness… right next to Godliness. Alright hi-tech. I sense some of yous are waiting for hi-tech. I got it. You take a small, tactical nuclear weapon… and stick it up a guy’s ass! A thermo-nuclear suppository! Preparation H-Bomb! You talk about fallout, huh?

(grazie a ntvox.blogspot.it per la trascrizione)

https://i2.wp.com/reform.lt/data/images/2011/11/tumblr-lt7lvyxlvq1qa6pp7o1-500.jpg

Annunci

  1. Alessio Restelli

    I Wu Ming presero una cantonata. E’ spiegato qui: http://abbagliowuming.wordpress.com

  2. gerogerigegege

    Grazie per il mucchio di stronzate, a presto.

    • Sbaglio se dico che l’autore del blog linkato da Alessio è Luttazzi, e quindi è probabile che lo stesso Alessio sia Luttazzi?

      • gerogerigegege

        E’ un’ipotesi. Ma magari Alessio torna e smentisce tutto. Grazie a Google, intanto, scopriamo un secondo possibile autore: twitter.com/tarki70

      • dottord

        Secondo me è sempre lui. Chi altri avrebbe interesse a difendere Luttazzi con tanta pervicacia?

      • gerogerigegege

        Lascerei socchiusa la pista “fanatico che ne scimmiotta lo stile”, ma così, pro forma. Twitter comunque è una miniera. La vera caccia al tesoro si gioca lì, if you know what i mean.

      • gerogerigegege

        Che l’autore del blog sia lui, invece, è probabile. E se non lo è, dovrebbe contattare l’autore/imitatore e chiederne gentilmente la chiusura. Perché l’immagine che ne esce va oltre l’arrampicata sugli specchi ostinata, disperata, imbarazzante: ora è in terra, la schiena allo specchio incrinato in un punto, un filo di sangue sulla fronte, che balbetta incoerenze.
        “La risposta era così facilmente verificabile che mi pare di vederlo, Luttazzi, divertirsi alle spalle del pedante Wu Ming 1 che gli chiede spiegazioni, citandogli un’altra battuta di Carlin! Wu Ming 1 si accorge della cosa, ci pensa sopra per due giorni e da pedante non pensa allo scherzo, ma a una svista grossolana, oppure al caso psicologico!”
        Ma che cazzo vuol dire? Perché “divertirsi alle spalle di Wu Ming”?! Specie se è della tua/sua integrità artistica che state/stanno parlando? Sei/è cretino?
        Autore X, puoi farti vivo qui, al limite sotto pseudonimo (“Danto” andrà benissimo), che ne parliamo un po’?

      • dottord

        Comunque questa storia è veramente appassionante. Se, come sospetto, i vari difensori di Luttazzi (qui, sui blog, su Twitter) sono sempre Luttazzi sotto falso nome, stiamo scoprendo in diretta cosa succede quando un uomo passa tutta la sua vita a identificarsi in un ruolo (in questo caso, il genio della comicità) e all’improvviso quel ruolo gli viene strappato via. Ci sarebbe da scriverci sopra un film.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: